Il museo chiuso resta vivo e innova!

La crisi sanitaria sta modificando le interazioni sociali, la gerarchia dei sensi, le relazioni con lo spazio e il tempo. Da marzo 2020 i nostri stili di vita sono cambiati rapidamente, dalla casa alla scuola, dallo spazio privato allo spazio pubblico, dai segni di amicizia ai pasti condivisi.

Al museo Vouland e nel suo giardino, il senso della vista è privilegiato. Tuttavia, gli altri sensi sono chiamati in osservazione o evocati durante le visite; tatto, udito, olfatto e gusto partecipano alle esperienze vissute, trasmettono l'immaginazione e promuovono l'appropriazione.

Se i visitatori (scolari, insegnanti, pubblico in generale, ecc.) sono privati dell'esperienza di scoprire il luogo, una casa museo che risuona intorno alla nozione di abitare e le sue collezioni nella loro materialità, stiamo cercando di elaborare per loro nuove mediazioni strumenti (video, podcast, gioco di memoria online) e continuiamo a favorire gli scambi con gli insegnanti per raggiungere i loro obiettivi educativi.

VOULAND_VISUELS_Ateliers.JPG

Vuoi sviluppare un progetto educativo con il museo?

Contattare Coline Robert, mediatrice culturale: musee.vouland@wanadoo.fr - 04 90 86 03 79/06 45 16 32 07

Esempio di un progetto educativo completato

"Porcelaine et coup de canon" (2020), prodotto dagli studenti della classe 4a di Sonia Garcia-Tahar, (docente di Lettere Moderne al collegio Mourion, Villeneuve les Avignon, 30). Dopo diverse visite alle collezioni incentrate su mobili per scrivere, oggetti di uso quotidiano e per assorbire l'atmosfera di una residenza del XVIII secolo, durante i laboratori di scrittura, gli studenti hanno immaginato dialoghi tra i servi e i loro padroni. Il progetto iniziale era quello di portare a una restituzione teatrale al museo durante le Notti Europee dei Musei a maggio. Questi essendo stati cancellati, è stato fatto un adattamento video a distanza. Gli studenti si sono registrati, con l'aiuto del loro insegnante, hanno usato la tecnica dell'animazione del volume per creare queste animazioni video. Al deconfinamento, gli studenti accompagnati dalle loro famiglie hanno svelato questi risultati durante una presentazione in giardino.